Fenomenologia dei Nonni: il modello Urbano-Rampante

Abbiamo aperto le nostre indagini sulla fenomenologia nonnesca con il modello #basic e poi abbiamo lanciato una provocazione circa #NonnaPapera.

Oggi andiamo avanti e puntiamo il nostro occhio di bue sui nonni modello #urbano-rampante (da ora in poi, per brevità, #UR), moderni, giovanili nell’aspetto e nel comportamento così come negli acquisti.

Hanno capigliature curate, barbe ben fatte, unghie laccate e accessori tecnologici top di gamma che usano con assoluta dimestichezza.

Invecchiano con stile e sono capaci di trasformare l’età in un’arma di seduzione, curano il loro aspetto e ci tengono a mostrarlo.

I nonni #UR portano sneaker di marca (Adidas, Saucony, Tod’s e Hogans), prediligono tessuti Hi-Tech e sfoggiano dettagli alla moda.

I nonni #UR sono in forma, fanno pilates e yoga, ma anche Zumba e Fit-Boxe.

E no, non sono vecchi, ma diversamente giovani.

Leggono, escono, partecipano alla vita sociale anche fuori dai loro salotti.

I nonni #UR fanno rete, non solo centrini all’uncinetto.

Li vedi accompagnare i nipoti al cinema a vedere Tomb Raider, al Luna Park sulle montagne russe e a mangiare nei locali ultramoderni in centro.

Come catturare l’attenzione dei nonni modello urbano-rampante?

Semplice: giocando con il futuro.

Sì, perché i nonni rampanti non ci stanno ad arrendersi al ruolo stabilito da altri.

Loro vogliono toccare con mano il futuro e vivere al passo coi tempi, muoversi nel flusso della vita e non fermarsi mai.

Quindi sì a viaggi avventurosi dall’altro capo del mondo, sì alle cene del sabato sera in enoteca e sì al rafting nelle vie dello shopping ultra popolate, in cerca di quella cosa potente e unica che hanno dentro e che a parole non saprebbero spiegare.