I vacanzieri precoci visti dal Trade: la FFF o Full Family Fun

Che giugno sia il mese dei vacanzieri precoci l’abbiamo ripetuto almeno tre o quattro o magari dieci volte. Continua dunque la nostra esplorazione con la FFF, Full Family Fun: la famiglia al mare al gran completo.

Partiamo dicendo che se per noi del trade è un’opportunità, la verità è che la Full-family non sempre sprizza gioia da tutti i pori.

Perché?

Semplice: perché è in vacanza. 

E quindi dovrebbe essere felice, DEVE essere felice, perché ha speso molti soldi per essere lì dov’è, per accontentare il piccolo e la piccola, per realizzare il sogno di tutta la vita di lei, e soddisfare le curiosità storico-artistiche di lui. E quindi il primo che non è felice le prende.


La famiglia di VIP è quella che ha sognato questo momento tutto l’anno, che per riuscirci si è organizzata, ha pianificato, barattato ferie con salti carpiati e speso un occhio della testa per andare in vacanza tutti insieme, finalmente.

Quando la vacanza inizia, però, i “tutti” sono più stanchi che mai: mamma e papà escono da settimane di tour de force e i pargoli già al casello tornerebbero a casa, “che almeno c’era la Wi-fi”.

Lui è cotto. Lei è fusa. Loro, i cuccioli, sono rumorosi come sempre solo che in macchina si nota di più.

Superato il viaggio e arrivati on-stage, inizia la festa.

 

Parlando dei genitori, la statistica dice che entro il secondo giorno, almeno uno dei due si nasconderà a controllare le email, aggiornare strategie e/o rispondere al capo. L’esperienza, poi, ci racconta che l’altro se ne accorgerà.

 

Parlando degli eredi, se sono piccoli, se la spasseranno.

I bambini al mare con la famiglia al completo sono felici, mangiano, ridono, si stancano e dormono. E i genitori dei cuccioli, quando i cuccioli si addormentano, smettono di guardare i telefoni e, qualche volta, addirittura, si baciano.

Per conquistarli, noi del trade, non dobbiamo fare altro che lasciarli fare (mentre li invidiamo un po’).

Se invece i pargoli sono cresciutelli, si aggireranno per la spiaggia nel tentativo di captare un segnale utile ai loro whatsapp e una rete alla quale aggrapparsi.

I genitori cercheranno un dialogo che i ragazzi eviteranno come la peste cercando invece solo un po’ di quella privacy che tanto rimpiangono.

– Gianfilippo, ti prego, ti scongiuro, lascia stare l’iPad e va’ a parlare con Gigino. Almeno qui… che siamo tutti insieme…

– Ma Teodolinda, non vedi che Gigino è al telefono?

– Appunto. Anche lui! Digli subito di smettere.

– Io glielo dico se tu fai uscire Azzurra dal sarcofago: è da ieri che è chiusa in camera sua.

– Povera cara, se esce si scotta.

– E se non esce, si mummifica.

 

Per conquistare la FFF con adolescenti al seguito, oltre a innervare di fibra tutte le coste del pianeta, non abbiamo che da schierarci con loro.

Ai genitori, dicendo: VI SIAMO VICINI.

Ai ragazzi: KEEP CALM, it’s almost over.