Il back to school visto dalla chioccia

Nel mese del Back to school non potevamo non dedicare qualche riga a una fenomenologia di buyer persona che tutti noi abbiamo incontrato almeno una volta nella vita.

Il cluster di oggi celebra la mamma-chioccia ovvero colei che alleva i suoi pulcini facendo in modo che incontrino il minor numero di traumi possibile, e lo fa dal primo giorno in avanti, nei secoli dei secoli, amen.

Anzi, addirittura dalla prima primissima ecografia.

La mamma chioccia è preparata e informata su materie che vanno dalla pediatria, alla chimica industriale, dalla medicina tradizionale a quella d’avanguardia.

Spesso nipote di una nonna-papera vecchio stile, il pulcino figlio di chioccia cresce nel comfort di un nido lindo, circondato da mobili così puliti da essere a prova di Luminol e camicine stirate meglio di quelle di un ammiraglio della marina.

Legge tanto, di tutto e sempre e le sue scelte, comprese ovviamente quelle legate allo shopping, sono il ragionatissimo frutto di sondaggi, focus group e referenze.

Circa il Back to school, la mamma chioccia è pronta fin dai primi di luglio: le liste dei libri sono online da mezzo minuto e lei ha già inoltrato l’elenco, via Excel, ai suoi fornitori di fiducia; mentre i presidi stanno ancora ‘facendo le classi’, lei ha già creato un gruppo su WhatsApp per condividere tips & trick con le colleghe selezionate sulla base di una matrice probabilistica che combina affinità elettive, cluster territoriali e sport in comune dei pulcini.

Il pulcino vuole lo zaino di Minecraft?

Okay a patto che il suddetto:

  1.  in nessun caso sia un trolley (che pesa più di uno zaino e poi graffia il parquet);
  2.  goda di equilibrio autonomo (sia vuoto sia no), ovvero non si scatafasci al suolo appena appoggiato;
  3.  abbia una capacità minima non inferiore ai 20 litri, e non inferiore ai 30 per le elementari; dai 30 ai 40 per le medie e le superiori, possibilmente dotato di zip in grado di variarne le dimensioni;
  4.  sia ovviamente dotato di catarifrangenti latero-frontali (se il cielo si oscura all’improvviso per un’apocalisse, il pulcino sarà individuabile ad almeno 300 metri di distanza).

La mamma chioccia si muove per tempo. La paura non sa cosa sia. Ansia da primo giorno di scuola? Non scherziamo. Lei è la prova vivente di come PREPARARSI sia più efficiente che PREOCCUPARSI.

E allora? Come conquistare una simile macchina da guerra fatta di muffin appena sfornati e pianificazione seriale?

Come sempre, anche con lei, vale una e una sola regola:

emotions drive sales.