Il mese più buio e luccicante dell’anno… è qui!

Finalmente ci siamo.

Dopo aver superato indenni (o quasi) il Black Friday, il Cyber Monday, Halloween, tutti i Santi, tutti i morti e Thanskgiving, finalmente approdiamo ad una festa “nostra” nel vero senso della parola, la festa del mese più buio e luccicante dell’anno: Natale!

Dal punto di vista del trade è la festa per eccellenza, quella che tutti i professionisti preparano con anticipo di mesi (mentre gli altri comuni mortali stanno ancora pensando cosa fare a Ferragosto) affinché tutto sia sbrilluccicoso e ottimizzato al punto giusto (o forse qualcosa in più).

Questo è il periodo dell’anno in cui non si guarda solo agli accordi e alle posizioni, ma in cui si fa a gara tra marchi e competitor per liberare la creatività, i colori e la gioia degli acquisti.

Natale non è solo la festa dei cuori che si riempiono e dei portafogli che si svuotano; Natale, come cercheremo di dimostrare, è il rituale che permette ai meccanismi della nostra società di funzionare a pieno regime, lubrificando attraverso gli scambi di regali le interazioni tra le persone.

Con il nostro occhio puntato sul rapporto tra marketing e neuroscienza (e qualche pezzo di puro divertimento) questo dicembre ci occuperemo di regali, allestimenti, shopping, cenone, centrali elettriche e – come sempre – ormoni e cervello.

A presto!