Nuovi Nuclei Neo Nati (di consumatori)

Parliamo di esperienze d’acquisto e coppia.

In particolare dei Nuovi Nuclei Neo Nati.

Negli ultimi 50 anni i tassi di divorzio sono cresciuti in verticale eppure l’attenzione del marketing è ancora troppo legata a canoni vecchi di un secolo.

Quando un nuovo nucleo si forma e prende vita, le cose cambiano. Anche e soprattutto per il trade.

Perché?

La neo coppia è un soggetto da studiare perché è un soggetto consapevole: chi, dopo una lunga sequenza di anni da sposato o da single si trova a convivere con una nuova persona, si rende immediatamente conto di quanto le sue scelte di acquisto fino a quel momento fossero state frutto di convenzioni, abitudini, o stati d’animo passeggeri.

D’improvviso la “pasta” migliore non è più quella che comprava la nonna di lui, ma quella preferita dalla mamma di lei; il profumo di bucato, quello davvero “pulito” non è più “fiordi norvegesi” ma “Alpi apuane”. E così via per cioccolati, salumi, e/o ogni altra categoria merceologica.

Se la coppia è di quelle già pronte a scoppiare, ci sarà scontro: quasi sicuramente l’ultima esperienza di acquisto di coppia sarà l’ultima in tutti in sensi.

Se la coppia è di quelle mature, ci sarà dialogo. E se ci sarà dialogo… ci sarà un sacco – ma proprio un sacco – di tempo da perdere.

Nuove abitudini di spesa dovranno essere apprese: per ogni prodotto, dalle crocchette del cane allo shampoo per i ricci perfetti (pure se lui ha meno capelli di Mastrolindo), ci sarà prima un tentativo, blando, di illustrare che questo prodotto è di certo il migliore. A cui seguirà uno sguardo interrogativo del partner, che vorrà dire che, no, quel prodotto non è il migliore. Ne seguirà un dibattito, che illustrerà pro e contro di ognuna delle due parti, e alla fine sceglierà, come al solito, chi è disposto a cedere prima, perché più stanco.

Nuovi stili di consumo dovranno essere adottati: il single da due decenni, di quelli con limone e ketchup come unica presenza in frigorifero, dovranno trasformarsi in esperti di volantini, offerte e promozioni; ritaglieranno buoni spesa, accumuleranno punti per portare a casa pirofile (inutili, visto che nessuno dei due ha il tempo di cucinare); così come gli ultrà della spesa ponderata (quelli di “una spesa al mese, ma buona”, cioè con il rimorchio a traino), saranno costretti a cedere, almeno una volta ogni tanto, alla spesa del “tanto il super è di strada da lavoro” (cioè “la prima cosa che ho trovato”).

Perché per amore si fa questo e altro.