5 ragioni per conoscere il Nucleus (se lavori nel trade)

Le connessioni del Nucleus Accumbens (ne abbiamo parlato qui) con la memoria e le emozioni lo rendono un organo fondamentale per l’apprendimento di comportamenti che ci portano da un lato a cercare sensazioni piacevoli e dall’altro a evitare esperienze negative, il che significa che se lavori nel trade, il Nucleus è una risorsa che non puoi non conoscere. Perché?
perché si attiva quando desideriamo qualcosa;
perché gestisce i meccanismi di ricompensa;
perché si collega alle dipendenze ma anche alla fedeltà al brand;
perché può stimolare e risvegliare i bisogni latenti;
e perché è responsabile dell’eccitazione post-acquisto.

1) DESIDERIO

Il Nucleus Accumbens si attiva quando desideriamo qualcosa, anche per associazione di idee fra l’oggetto in sé e quello che rappresenta, come uno status o una condizione alla quale aspiriamo.
Un esempio? Hermès
Da Grace Kelly a Jane Birkin, la fortuna della maison affonda le sue radici proprio nell’associazione di idee: il prodotto in sé (superbo, ineccepibile) va oltre ed è capace di richiamare uno status di grazia che è simbolo di intere generazioni.
Nell’immagine, il display Hermès per l’esposizione del 2015

2) RICOMPENSA

Il Nucleus gestisce i meccanismi di ricompensa della dopamina, che viene prodotta quando facciamo qualcosa di buono e riceviamo una gratificazione.
Da Laetitia Casta ad Andie McDowell, da Beyoncé a Claudia Schiffer, da Linda Evangelista a Eva Longoria, pensiamo allo slogan Loreal: “Perché io valgo”, creato nel 1971 da Ilon Specht, giovane pubblicitaria i dell’agenzia americana McCann Ericksson.
Il Pop-Up Store di L’Oréal Paris durante la Paris Fall Fashion Week del 2016

3) Fedeltà

Si pensa che il Nucleus sia responsabile della nascita delle dipendenze (ma anche del cosiddetto effetto placebo e da qui alla fedeltà al brand il passo è breve).
Lo spot “Toglietemi tutto ma non il mio Breil” è del 1993 (copy: Pasquale Diaferia)

4) Risveglio (dei bisogni latenti)

Il Nucleus Accumbens è in grado di stimolare, incoraggiare e risvegliare i bisogni latenti.
Il video è lo spot dell’iPhone 7.
“In Portrait mode on iPhone 7 Plus, you don’t just look good. You look fantastic”.
Brano: “Fantastic Man” di William Onyeabor
Il claim: “Con iPhone 7 non vieni bene, vieni benissimo”

5) The well-donefactor

Il Nucleus sembra anche essere responsabile dell’eccitazione post acquisto.
-> esempio sul punto vendita
Trovare esempio
-> la condivisione sui social dell’acquisto fatto

Fonti
Loreal
Varuna Bhambhani
Breil
Mediastar
NinjaMarketing
Viaggio nella mente del consumatore