I colori che piacciono al cervello e fanno vendere di più

Il colore influenza le vendite? È possibile misurarlo?

Proviamo a rispondere alle domande (e nel frattempo facciamocene altre).

 

C’è chi sostiene che il marketing sia l’arte della persuasione e che quindi fare (bene) marketing significhi in qualche modo riuscire a convincere il nostro cliente di come non possa più fare a meno di quello che vendiamo noi.

Per come la vediamo in #TEF, il fine ultimo del marketing è l’emozione che conduce sì a un obiettivo tracciabile (la vendita), ma va oltre e configura uno scenario che parla di benessere, condivisione, conoscenza e soddisfazione a tutto tondo del mercato in cui operiamo.

In questo contesto i colori giocano un ruolo importantissimo perché il primo dei sensi che si svegliano in un processo d’acquisto è la vista e a toni diversi il nostro cervello reagisce con diverse emozioni.

Gli studi mostrano come un uso sensato e studiato del colore aumenti la riconoscibilità del brand dell’80%.

“L’attrazione visiva di un articolo è ciò che influenza di più la decisione di acquisto: il colore, la marca, l’aspetto e il tatto di un prodotto incidono sul 93% della decisione di acquisto.

Suoni e odori influenzano solo l’1% della decisione di acquisto.

Una volta che un consumatore inizia a camminare verso un oggetto che ha il suo colore preferito, la maggior parte della decisione di acquisto è già stata presa. Quando i quattro elementi (colore, design / consistenza e odore) sono combinati, la decisione di acquisto diventa potente.”

La scala cromatica e le emozioni che evoca

  • Il rosso è il colore della passione.
  • Il bianco (che non è un colore) richiama la purezza.
  • Il nero è buio, ma anche lusso, mistero, cielo di notte.
  • Il giallo è il sole, la luce calda e sicura di una giornata estiva.
  • L’arancione è il tono degli agrumi, dei monaci tibetani, della terra al tramonto.
  • L’azzurro è il colore dell’acqua (e di Facebook e American Express).
  • Il verde è bio: foglie, natura, benessere, calma.

Nelle prossime puntate studieremo gli effetti dei singoli colori e lo faremo tenendo conto che il nostro mondo ha confini sempre più labili e regole in continua evoluzione.