Espositori in AR: il futuro, oggi.

Ehi! Tu! Stai pensando a un nuovo espositore per i tuoi prodotti, vero?

Come facciamo a saperlo?

Perché agli espositori ci pensiamo tutti, tutti i giorni.

Perché gli espositori funzionano: creano volume di vendita lì dove non c’è, centuplicano la visibilità del brand, non hanno bisogno di tecnici armati di trapano ed elevatore meccanico per essere montati, si spostano per poterci pulire sotto (particolare non da sottovalutare), bastano dieci secondi per mandarli in pensione, e una volta fatto il loro dovere non restano sul nostro pianeta per i prossimi diecimila anni sottoforma di rifiuto galeggiante nell’oceano.

Il problema degli espositori?

È uno solo: progettarli per tempo. È vero che il mestiere del trade marketer è una partita giocata tutta  di anticipo, ma ogni tanto sarebbe carino potersi concedere il lusso di progettare-fare-vedere come tutti gli altri mortali su questo pianeta.

O almeno, questo era il problema. Perché ci sono due categorie di produttori: quelli che fanno gli espositori, e quelli che li sanno fare.

I primi ci mettono minimo 3 mesi anche solo per dare la disponibilità su prezzi, materiali, disponibilità. Nove per passare dall’idea alla realtà. I secondi lo fanno istantaneamente. Col tocco di un dito. Qui e ora. Hic et nunc.

Come?

Maggiori informazioni nel video qui sotto: